di Sara Boggi, presidente Comitato Genitori IIS Falcone-Righi

Tre ragazzi muniti di torce entrano in una biblioteca abbandonata e curiosando negli armadi scoprono una scatola il cui contenuto è un vecchio libro ingiallito intitolato “SHOAH” . Ciò che li attira inizialmente è l’immagine in copertina : un intrico di corpi scheletrici che occupano interamente una stanza.

Il disegno a china è di Agostino Barbieri, deportato nel 1944 a Mathausen.
Incuriositi, iniziano a sfogliarlo e scoprono che il libro era stato scritto 23 anni prima dai ragazzi dell’ allora Itis e conteneva un grande lavoro di studio e ricerca.
Questo è il trailer, da cui é iniziato il lavoro, completamente ideato e realizzato dagli studenti di grafica della classe 5DGC per la presentazione di un progetto, che solo grazie al contributo dei loro coetanei di 5 A INF hanno realizzato.
È stata una sfida difficile e impegnativa di recupero di un libro scritto circa 20 anni prima dagli studenti di allora
Adesso è stato realizzato on line il libro “SHOAH”.

L’intento sarebbe produrre delle copie cartacee e per poterlo fare, si è aperta una campagna di crowfounding ( basta andare sul sito dell’Istituto per trovare ogni informazione ).
L’ ebook gratis é già disponibile sulla piattaforma SCHOOL RAISING (aperta dal 4 maggio fino al 15 giugno), piattaforma che gestisce il crowfounding ( del cui importo trattiene una percentuale ).
 Tutte le informazioni sono reperibili sul sito della scuola e sulla pagina Facebook dello stesso.
Il budget necessario sarebbe di 1500 euro, ma visto l’impegno e la passione degli studenti, il referente del progetto, prof. Aldo Guastafierro, ha precisato che anche con solo 800 euro si procederà alla stampa del libro.
Come offrire il contributo?
Ci si registra sulla piattaforma dove si compila un modulo.
Ad ognuno di noi, ma anche ad amici, parenti, persone interessate all’ argomento,  viene chiesto di sostenere e aiutare la pubblicazione del libro.
La Shoah non deve essere dimenticata.
Le generazioni future non devono ricadere in un abominio simile!

Come funziona la donazione? 
Donando 5 euro viene inviata una mail di ringraziamento; 10 euro viene inviato il libro in pdf; con 20 euro viene inviato il libro cartaceo e una mail di ringraziamento; con 50 euro viene anche inviato un video di ringraziamento e con
la donazione di 100 euro oltre ai gadget, è reso pubblico il finanziamento.
Il pagamento può essere fatto con PayPal o carta di credito.

Sabato 4 maggio in aula magna le due classi del Progetto, 5D GC e 5AINF hanno presentato il loro lavoro,,sottolineando di essere “testimoni” perché come ,citando Liliana Segre, quando venne a scuola 23 anni fa , “chi ascolta un testimone diventa a sua volta un testimone”.
L’ evento è stato arricchito dalla lettura di alcune lettere che personaggi come Liliana Segre avevano inviato quale ringraziamento per le copie omaggio del primo libro di 23 anni fa.
Tra i presenti all’evento del 4 maggio,l’ex docente di lettere di allora,  Giancarlo Ballarini, “mente” del libro. Commosso, saluta gli studenti e i presenti citando alcuni detti ebraici: ” chi salva una vita salva l’umanità, chi spegne una vita spegne l’umanità”.
In merito alla violenza di genere e all’ intolleranza recita la formula che dice lo sposo alla sposa nel matrimonio ebraico: “Tu sei sacra per me, l’altro è sacro e in questa sacralità si trova lo splendore del volto di Dio”.

I ragazzi del progetto musicale “Live” hanno arricchito l’ evento con due brani: “Society” e “Let her go”, cosa si potrebbe chiedere di più?
Allora non ci resta che offrire il nostro contributo per poter tenere sempre viva La MEMORIA e allo stesso tempo ringraziare il prezioso lavoro dei nostri studenti.

SHOAH: cosa possono fare i nostri ragazzi…